L’omessa compilazione del modello ISA non causa maggiorazioni della sanzione da dichiarazione infedele, ma rappresenta una causa di applicabilità dell’accertamento induttivo-extracontabile.
Se il modello ISA è omesso, compilato in maniera inesatta o irregolare, può essere irrogata la sanzione da dichiarazione inesatta, da 250,00 euro a 2.000,00 euro (art. 8 del DLgs. 471/97), sanzione che ben può essere ravveduta.
Il ravvedimento operoso non sembra avere effetto sul potenziale regime premiale derivante dal livello di affidabilità ISA.
Per fruire del regime (che causa diversi benefici, tra cui l’inibizione degli accertamenti presuntivi), occorre che il modello ISA sia inviato e correttamente compilato entro i termini ordinari di presentazione della dichiarazione.

Fonte: Il Quotidiano del Commercialista del 14.10.2019 – “Omesso modello ISA con possibilità di ravvedimento” – Cissello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'invio dei commenti tramite il presente modulo comporta l'accettazione del trattamento dei dati personali, secondo quanto riportato nell' Informativa Privacy