Per le spese sostenute dall’1.1.2017 per interventi di riqualificazione energetica sulle parti comuni condominiali, il credito d’imposta cedibile da parte del singolo condòmino è determinato sulla base dell’intera detrazione calcolata:
– sulla base della spesa approvata dalla delibera assembleare per l’esecuzione dei lavori, per la quota a lui imputabile;
– oppure sulla base delle spese sostenute nel periodo d’imposta dal condominio, anche sotto forma di cessione del credito d’imposta ai fornitori, per la quota a lui imputabile.
La cessione del credito non riguarda necessariamente la totalità dei condòmini, bensì rimane a discrezione del singolo comproprietario.
Nella risposta interpello 13.11.2019 n. 481, l’Agenzia delle Entrate ha ribadito che per la prima cessione ogni singolo condòmino può cedere soltanto l’intera detrazione (e non una parte di essa) ad un solo soggetto cessionario.

Fonte: Risposta interpello Agenzia Entrate 13.11.2019 n. 481 -Notiziario Eutekne – Il Sole – 24 Ore del 14.11.2019, p. 33 – “Il condomino cede tutto il credito solo a un cessionario” – De Stefani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'invio dei commenti tramite il presente modulo comporta l'accettazione del trattamento dei dati personali, secondo quanto riportato nell' Informativa Privacy