Con la circolare 22.11.2019 n. 24, Assonime ha esaminato le più recenti novità in tema di corrispettivi telematici.
In particolare, viene osservato che, nonostante le difficoltà incontrate dagli operatori, soprattutto per reperire sul mercato i registratori telematici, l’Amministrazione finanziaria non sembra intenzionata a prolungare il periodo semestrale di applicazione delle semplificazioni previsto dall’art. 2 co. 6-ter del DLgs. 127/2015, in quanto un ampliamento di tale fase transitoria avrebbe effetti sulle stime di maggior gettito previste dall’attuazione della nuova disciplina.
Secondo Assonime, una soluzione potrebbe consistere nel predisporre un elenco dei soggetti che, pur avendo ordinato i registratori, non li hanno ancora ricevuti.
Inoltre, poiché la disciplina sui corrispettivi telematici, così come quella relativa alla lotteria degli scontrini, sono ancora in fase di avvio, Assonime auspica un differimento dell’efficacia della disposizione di cui all’art. 20 del DL 124/2019, che prevede una sanzione da 100,00 a 500,00 euro per gli esercenti che ostacoleranno il funzionamento della lotteria.

Fonte: Circ. Assonime 22.11.2019 n. 24 – Il Quotidiano del Commercialista del 23.11.2019 – “Per le semplificazioni sui corrispettivi telematici proroga improbabile” – Cosentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'invio dei commenti tramite il presente modulo comporta l'accettazione del trattamento dei dati personali, secondo quanto riportato nell' Informativa Privacy