L’Agenzia delle Entrate, nelle risposte fornite nel corso del Videoforum di Italia Oggi del 13.1.2020, ha chiarito che i professionisti possono beneficiare soltanto del credito d’imposta “generale” pari al 6% spettante per gli investimenti in beni strumentali “ordinari”, e non anche di quello del 40% riconosciuto per gli investimenti “4.0”.
Ai sensi dell’art. 1 co. 194 della L. 160/2019, “il credito d’imposta di cui al comma 188 si applica alle stesse condizioni e negli stessi limiti anche agli investimenti effettuati dagli esercenti arti e professioni”.
L’Agenzia delle Entrate evidenzia che la citata disposizione, nel prevedere per i professionisti l’applicazione del credito di imposta, opera un rinvio al precedente co. 188 del medesimo articolo. Quest’ultimo riconosce il credito d’imposta nella misura del 6% per gli investimenti aventi ad oggetto beni diversi da quelli indicati nei commi 189 e 190 della stessa legge di bilancio (vale a dire i beni diversi da quelli “Industria 4.0”).

Fonte: Risposte AdE al Videoforum Italia Oggi 13.1.2020 – Il Quotidiano del Commercialista del 15.1.2020 – “Ai professionisti spetta solo il bonus per beni strumentali “ordinari” del 6%” – Alberti – L. 27.12.2019 n. 160

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'invio dei commenti tramite il presente modulo comporta l'accettazione del trattamento dei dati personali, secondo quanto riportato nell' Informativa Privacy