Con il messaggio 17.1.2020 n. 163, l’INPS ha fornito le prime indicazioni circa la riapertura delle domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE sociale – ossia l’anticipo pensionistico a carico dello Stato ex art. 1 co. 179 della L. 232/2016 – dopo la proroga operata dall’art. 1 co. 473 della L. 160/2019 (legge di bilancio 2020).
Si ricorda, infatti, che con tale ultimo provvedimento, si estende la possibilità di accedere all’APE sociale anche ai lavoratori che maturano i requisiti per il beneficio entro il 31.12.2020.
Sul punto, l’INPS rende noto che già dall’1.1.2020 possono presentare domande di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio dell’APE sociale i soggetti che, nel corso di quest’anno, maturano tutti i requisiti e le condizioni previste dall’art. 1 co. 179-186 della L. 232/2016.
Inoltre, possono presentare analoga domanda anche coloro che hanno perfezionato i requisiti negli anni precedenti, stante il permanere degli stessi, e che non hanno provveduto ad avanzare la relativa domanda.

Fonte: Messaggio INPS 17.1.2020 n. 163 – Art. 1 co. 473 L. 27.12.2019 n. 160 – Il Quotidiano del Commercialista del 18.1.2020 – “Via libera dell’INPS alle domande di APE sociale” – Mamone – Il Sole – 24 Ore del 18.1.2020, p. 2 – “L’Inps riapre i termini per l’accesso ai benefici dell’Ape sociale” – Orlando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'invio dei commenti tramite il presente modulo comporta l'accettazione del trattamento dei dati personali, secondo quanto riportato nell' Informativa Privacy