L’INPS, con la circ. 7.2.2020 n. 18, ha reso noto che il diritto alla decorrenza della pensione anticipata c.d. “opzione donna” (art. 16 del DL 4/2019), prorogata anche per le lavoratrici che abbiano maturato i requisiti richiesti dalla legge entro il 31.12.2019 (art. 1 co. 476 della L. 160/2019), si ottiene trascorsi:
– 12 mesi dalla data di maturazione dei previsti requisiti, nel caso in cui il trattamento pensionistico sia liquidato a carico delle forme di previdenza dei lavoratori dipendenti;
– 18 mesi dalla data di maturazione dei previsti requisiti, nel caso in cui il trattamento sia liquidato a carico delle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi.
Le lavoratrici che hanno perfezionano i prescritti requisiti entro il 31.12.2019 possono conseguire il prepensionamento anche successivamente alla prima decorrenza utile, anche se quest’ultima non può comunque essere anteriore al 2.1.2020, giorno successivo alla data di entrata in vigore della proroga.

Fonte: Circolare INPS 7.2.2020 n. 18 – Messaggio INPS 23.1.2020 n. 243 – Il Quotidiano del Commercialista del 8.2.2020 – “Con opzione donna calcolo della pensione con sistema interamente contributivo” – Redazione – Italia Oggi del 8.2.2020, p. 29 – “Opzione donna, riparte il pre-pensionamento” – Cirioli D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'invio dei commenti tramite il presente modulo comporta l'accettazione del trattamento dei dati personali, secondo quanto riportato nell' Informativa Privacy