Con la ris. Agenzia delle Entrate 1.4.2020 n. 17 sono stati istituiti i codici tributo “1699” e “169E” per il recupero in compensazione da parte dei sostituti d’imposta, tramite modelli F24 e F24 enti pubblici, del premio erogato ai dipendenti che hanno continuato a lavorare presso la sede di lavoro nel mese di marzo nonostante l’emergenza Coronavirus, come previsto dall’art. 63 del DL 18/2020.
Il premio di 100,00 euro (da rapportare ai giorni di lavoro in sede nel mese di marzo 2020) è corrisposto dai sostituti d’imposta, in via automatica, a partire dalla retribuzione corrisposta possibilmente nel mese di aprile 2020 e, comunque, entro il termine di effettuazione delle operazioni di conguaglio di fine anno.
Ai fini del recupero in compensazione delle somme di cui trattasi, i modelli F24 devono essere presentati esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, pena il rifiuto dell’operazione di versamento.
Il recupero in compensazione non deve essere preceduto dalla presentazione della dichiarazione da cui emerge il relativo credito.

Fonte: Risoluzione Agenzia delle Entrate 1.4.2020 n. 17 – Il Quotidiano del Commercialista del 2.4.2020 – “Recupero del premio ai dipendenti in sede con codice tributo “1699”” – Redazione – Il Sole – 24 Ore del 2.4.2020, p. 24 – “Premio per chi resta al lavoro, compensazione senza visto” – Magrini – Parodi- Italia Oggi del 2.4.2020, p. 26 – “Via ai 100 euro ai dipendenti” – Provino – Art. 63 DL 17.3.2020 n. 18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L'invio dei commenti tramite il presente modulo comporta l'accettazione del trattamento dei dati personali, secondo quanto riportato nell' Informativa Privacy